mercoledì 25 luglio 2012

Andiamo #OL3

Sei tu che hai creato le mie viscere e mi hai tessuto nel seno di mia madre.
Ti lodo, perché mi hai fatto come un prodigio; sono stupende le tue opere, tu mi conosci fino in fondo.
Non ti erano nascoste le mie ossa quando venivo formato nel segreto, intessuto nelle profondità della terra.
Ancora informe mi hanno visto i tuoi occhi e tutto era scritto nel tuo libro; i miei giorni erano fissati, quando ancora non ne esisteva uno. (Dal Salmo 139)

 Il modo di agire di Dio – molto differente dal nostro – ci dà
consolazione, forza e speranza, perché Egli non si stanca
mai di avere pazienza con noi. (Benedetto XVI)

La falsità, la violenza ed i luoghi comuni contro il Papa e la Chiesa evidenziano che fa molto male non ascoltarli.
La particella maledetta (da scientisti e creazionisti)...>
Adesso bisogna attrezzarsi per lo smaltimento dei rifiuti tossici prodotti...>